Home » Prodotti » Cosa sono le trecce?

Cosa sono le trecce?

Non c’è davvero un grande dibattito su questo argomento, ma ci sono alcune differenze di opinione. Questo articolo esamina alcune delle opinioni divergenti relative alla definizione dell’acconciatura delle trecce, tenta di trovare una via di mezzo (forse senza successo) e si chiude con la definizione e la descrizione di questo autore delle trecce ideali.

Una coda di cavallo è quando i capelli sono legati insieme in un mazzo e pendono dalla parte posteriore della testa. La maggior parte sarebbe d’accordo su questo. Ma se quella coda di cavallo è intrecciata, è ancora una coda di cavallo? Alcuni dicono che lo sia, altri dicono che questa si chiama treccia. La stessa domanda vale per le trecce, il termine più comune per raccogliere i capelli in due code di cavallo gemelle (una su entrambi i lati della testa). Le trecce possono essere intrecciate ed essere ancora chiamate trecce? I termini “trecce intrecciate” e “treccine non intrecciate” hanno senso? Alcuni sostengono che le “trecce intrecciate” siano solo “trecce” e non trecce!

Il Random House College Dictionary definisce “treccia” come “una treccia di capelli che pende dalla nuca”. Eh? Si riferisce a UN codino appeso dietro la testa e lo chiama treccia? Hmm, non si parla affatto di DUE trecce! Qualcosa non sembra proprio qui. La voce del dizionario per “coda di cavallo” corrisponde alla definizione che ho dato sopra. Allora che succede con tutto questo? Il dizionario è sbagliato? Esistono più termini dialettali o regionali per code di cavallo gemelle, da qui la difficoltà per un dizionario di indirizzare correttamente la definizione della parola? La definizione è stata troppo fluida nel tempo per essere definita dal dizionario? E perché la definizione non include la frase “l’acconciatura più carina di sempre?”

La parola pigtail è anche un termine di cablaggio che si applica a un metodo particolare per terminare la schermatura intrecciata di un cavo elettrico. (C’è di nuovo quella parola “treccia”!) Un altro uso tecnico, e ancora più contemporaneo, della parola treccia è per una sorta di accessori wireless per radio o telefoni cellulari, o qualcosa del genere – non l’ho completamente capito ancora.

Alcuni anni fa, in un’aula universitaria, è stato condotto un sondaggio sul termine trecce. Gli studenti erano praticamente d’accordo sul fatto che le trecce sono due code di cavallo, una su ciascun lato della testa, e che non possono essere intrecciate. Se erano intrecciate, venivano chiamate trecce. L’istruttore di classe, essendo di una generazione diversa, aveva una definizione diversa. Credeva che le trecce significassero specificamente due trecce e che due code di cavallo non intrecciate dovessero in realtà essere chiamate code di cagnolino. La mia analisi personale di questo “esperimento” è semplicemente questa: l’istruttore doveva essere anziano, o quasi, e forse aveva perso la memoria, quindi chissà cosa la sua generazione chiamava davvero “coda di cavallo gemella”. E le code di cane? Non c’è modo in cui potrei mai adattarmi all’uso di un termine del genere. La parola cane, o qualcosa di simile, non può mai essere usata per descrivere una donna con la giocosità, l’audacia e/o l’autostima superiore per portare i capelli in trecce. Gli studenti chiaramente avevano una gestione molto migliore su ciò che sono le trecce.

Allora, dove ci lascia questo? Sembra che ci siano differenze generazionali e possibilmente differenze regionali o dialettali che contribuiscono al dibattito (se lo chiami così). Quindi, la metto in questo modo: le trecce sono due raccolte di capelli che pendono sui lati sinistro e destro della testa. Possono essere intrecciati o non intrecciati. Ma aggiungerò anche le mie preferenze qui, perché per come la vedo io, c’è un giusto tipo di treccia. Le trecce sono molto più attraenti quando non intrecciate. Dovrebbero essere posizionati ai lati della testa, forse un po’ dietro e sopra le orecchie. Le trecce che sono troppo alte sulla testa, troppo basse o troppo indietro nella parte posteriore, semplicemente non possiedono il vero spirito delle trecce. E le trecce senza questo vero spirito non sono semplicemente in grado di esercitare la loro innegabile magia su chi le indossa e su coloro che la circondano.


Guarda i nostri prodotti

Source by Alan Decker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *